Tra il 18 e il 21 novembre 2019 sì e svolta la ricertificazione dei certificati per la manutenzione dei carri merci e dei certificati per gli altri mezzi ferroviari. La ricertificazione sì e conclusa con successo, cosi che abbiamo prolungato la validità della direttiva EU 445/2011 per un anno ancora, la ricertificazione sì e svolta dando esalto sulla manutenzione secondo la annesso III della direttiva citata.

L’anno prossimo ci aspetta una nuova sfida, perché entra in vigore la nuova direttiva EU 2019/779 che prenderà il posto dell’attuale e unirà tutti i mezzi ferroviari sotto un certificato. La SŽ-VIT ha l’opportunità di offrire sul mercato europeo un’ampia gamma di servizi di qualità che già ha acquisito fino ad ora, e che con la nuova direttiva sarà ancora migliore.

Certificati

 

Dopo due anni e mezzo abbiamo concluso nell’aprile 2019 con le grandi revisioni sugli elettrotreni passeggeri Siemens Desiro delle SŽ – divisione passeggeri. Il primo elettrotreno per la grande revisione ed entrato nelle officine di Lubiana il 13 settembre 2016, in tutto abbiamo eseguito 30 grandi revisioni, dieci su elettrotreni a due casse e venti su elettrotreni a tre casse.

La grande revisione si effettua secondo il protocollo che comporta maggiori controlli e manutenzione di quella intermedia. In questo caso si effettua più manutenzione sui convertitori dei gruppi ausiliari, della trazione, sui carrelli, sul freno, sugli interni, il che si nota sicuramente e sulla cassa, che e stata ricoperta con pellicola antigraffiti. Questa soluzione e sicuramente la più evidente e contribuisce all’aspetto dei convogli, le pelli colatura e più veloce della verniciatura ed anche più ecologica. Oltre ai controlli e le riparazioni previste abbiamo anche rinnovato l’isolamento dei motori di trazione, cambiato i vetri che non sigillavano, montato il Wi-Fi e su un treno abbiamo montato in prova sperimentale i gradini estraibili.

Tutti i lavori nella grande revisione sono proceduti secondo i piani e tempi previsti, i treni sono usciti secondo i termini previsti. Per causa dell’aumento del lavoro e per coprire le necessita di convogli per il traffico ferroviario, abbiamo introdotto il turno di notte e nei fine settimana.

La prossima revisione e prevista per il 2024. Nel frattempo non ci annoieremo, di manutenzione giornaliera ce né sempre tanta. Ora stiamo montando su tutti gli elettrotreni, il GSM-R.

Il 20 aprile 2019 e stata messa in servizio la prima locomotiva re motorizzata della serie 642/643. Il progetto comprende la re motorizzazione di 12 locomotive. Il progetto e stato preparato dalla società NRE, Global Headquarters Mount Vernon, Illinois, la quale e stata scelta con la gara di appalto. I lavori sono eseguiti dalla SŽ-VIT; Centro produttivo di Maribor.

Le ferrovie slovene già da anni tendono a modernizzare il parco rotabile con ammodernamenti, aggiornamenti e re motorizzazioni delle locomotive serie 642 e 643. Per assicurare il maggior numero di veicoli disponibili, una manutenzione a basso costo e abbassare l impatto ambientale il proprietario ha deciso di intraprendere il progetto di re motorizzazione delle anziane locomotive in collaborazione con le nostre officine di Maribor, che sono specializzate nella manutenzione di veicoli diesel.

Tutte le modifiche sono frutto di un progetto studiato nei minimi particolari in collaborazione con la divisione cargo. La moderna tecnologia ferroviaria ci permette di migliorare le anziane locomotive al punto che queste abbiano prestazioni uguali a quelle più giovani o addirittura nuove.

Nel mese di Novembre 2018 sì e stata eseguita la certificazione di controllo ECM in base alla direttiva EU 445/2011, da parte della casa certificatrice SCONRAIL. Per la prima volta e stata verificata la conformità dei processi non solo per la manutenzione delle sale montate e dei carri, ma anche degli altri veicoli trainati e trainanti.

La prima parte e stata eseguita con lo scopo di prolungare il certificato ECM per i carri merci, che abbiamo ottenuto per la prima volta nel 2012, come uno dei primi manutentori in Europa, e il quale abbiamo superato con successo in base alle nostre esperienze. La seconda parte che e stata eseguita per la prima volta, comprendeva l’allargamento della certificazione ai veicoli trainati e trainanti al fine di verificare la conformità dei processi di manutenzione sulle locomotive, treni diesel, carrozze passeggeri e veicoli per scopi speciali. La accento e stato dato sulla sicurezza e la considerazione della sua prospettiva in tutte le fasi del processo manutentivo nella nostra azienda.

Il certificato ci permetterà di introdurre in tempo tempestivo parametri importanti, che sono posti molto più in alto, soprattutto nei sensi della sicurezza, aumentare la competitività e quindi avere la priorità nella nuova direttiva europea che coprirà i mezzi trainanti. Con questa certificazione siamo riusciti a essere nel top delle officine europee che sono riuscite a creare una base per eseguire i lavori a norma ECM.

Nel 2018 la SŽ - VIT ha aquisito con successo il certificatio di qualità secondo il nuovo standard ISO 9001:2015, e la prima revisione per ottenere i certificati ISO 14001:2015 e ISO 50001. Nel settore della qualità siamo già a lungo attivi, i nostri processi sono già da anni conformi alle norme standard 9001. Anche la cura per l’ambiente e il risparmio di energia sono la nostra preoccupazione quotidiana, perché abbiamo con le nostre attività un grande impatto ambientale, come pure consumiamo molta energia elettrica. La nostra azienda ha iscritto come uno dei valori base la cura per l’ambiente e la visione di uno sviluppo sostenibile. Era solo questione di tempo quando questi valori potranno essere confermati con i certificati.

Da parte del Bureau Veritas e stata eseguita la certificazione del sistema di gestione della qualità secondo il nuovo standard ISO 9001:2015 il quale ha molti benefici. In primo piano eil processo, i rischi sono controllati e rinforzati la coerenza con lo standard ISO 14001:2015, sistema di cura dell’ambiente. I processi sono progettati nello spirito dello sviluppo sostenibile, perché non si prende in considerazione solo il punto di vista del marketing, ma anche il punto di vista della cura per l’ambiente un approccio socialmente responsabile.

Nella seconda parte di Novembre 2018 la nostra ditta ha ricevuto la conferma per l’efficace gestione dei costi per l’energia e l’emissione dei gas serra secondo lo standard ISO 50001. Del consumo di energia e del risparmio economico ci siamo occupati già fin ora nel progettare vari investimenti, ricostruzioni e miglioramenti. La parte economica resta il fattore principale anche in questo standard, ma ce molto di più.

Gli standard di qualità acquisiti: ISO 9001, ISO 50001, ISO 14001 e tutti gli altri sistemi di gestione sono tra loro connessi e si complimentano. La cura per l’ambiente e anche la cura per un consumo minore di energia e viceversa. Con ogni miglioramento e misura l’impatto e su più campi, per questo ogni nostro nuovo passo e ben pensato. Nell’ambito della qualità sono state eseguite nel 2018 più di cinquanta controlli interni ed esterni da parte di clienti stranieri, nelle quali non sono state identificate incoerenze nei processi lavorativi.

Nella SŽ – VIT dal 2015 produciamo nuove sale montate, per le quali abbiamo aqusito il certificato TSI per la produzione di nuove sale tipo BA 004 e BA 314. La prima certificazione per TSI e stata aquisita il 10.2.2015, da allora ogni anno superiamo con successo i controlli dei processi produttivi delle sale montate. L anno scorso abbiamo deciso in base alla domanda di certificare anche le sale montate del tipo BA 303.

Il certificato e stato emesso il 21.6. 2018 e vale 2 anni, come pure per le sale montate del tipo BA 004 e BA 214. Con l allargamento della certificazione abbiamo da subito ricevuto nuove ordinazioni per nuove sale montate, le quali vengono montate su nuovi carri TSI, come pure su quelli vecchi. Con questo abbiamo consolidato la nostra presenza nel settore della produzione di nuove sale montate, come percentuale non egrande, ma per la nostra ditta un importante segmento economico.

Già anni fa abbiamo visto che la manutenzione dei differenziali e un’opportunità di mercato per noi. Per Questo ci simo messi in contatto il rinomato produttore e manutentore di differenziali Gmeinder Getriebe Gmbh, il quale ci offre tutta la conoscenza e assistenza tecnica per eseguire il suddetto servizio. Nel 2013 abbiamo fatto la prima formazione nella sede della ditta in Germania, dove i nostri tecnici hanno acquisito i certificati necessari per la manutenzione dei differenziali. Purtroppo e venuto il 2014 e il capannone previsto per questi servizi e bruciato, per questo le attività di manutenzione si sono spostate sino a quest’anno, quando abbiamo finalmente messo in opera il progetto. In questo tempo abbiamo continuato a lavorare sul progetto e abbiamo nel frattempo concluso con successo la gara per la fornitura di tutte le parti di ricambio per i differenziali.

Nel mese di aprile 2017 abbiamo eseguito la formazione pratica per la manutenzione dei differenziali serie 713 nelle officine di Ptuj. L a formazione e stata eseguita da un tecnico della ditta Gmeinder Getriebe Gmbh. Durante la formazione pratica, hanno messo insieme due differenziali del tipo GGM170E 269D e GGM170EHA 310D.

Dopo la formazione e seguito il battesimo di fuoco per i nuovi partecipanti alla formazione, poiché hanno dovuto per la prima volta senza l’aiuto esterno, mettere insieme un differenziale. Il giorno 12.5.2017 abbiamo finito di riunire il primo differenziale, con questo giorno abbiamo ufficialmente cominciato la manutenzione sui differenziali nelle officine di Ptuj.

Siamo fieri e contenti di aver acquisito un altro servizio, con il quale daremo una soluzione completa alla revisione delle sale montate serie 713/715. Nel processo di manutenzione dei veicoli ferroviari c’è sempre spazio per nuove opportunità di migliorare la nostra formazione e cosi si alza il valore aggiunto dei nostri servizi. Queste opportunità riusciamo a riconoscerle e cosi possiamo sempre migliorare la nostra offerta dei servizi, cosi che ai nostri clienti offriamo un servizio e supporto sempre migliore nella manutenzione dei loro veicoli.

Tra il 25 e 28 settembre 2017 la SŽ-VIT ha superato con successo la valutazione certificata ECM, secondo la direttiva (EU) 445/2011, nel campo della manutenzione dei veicoli ferroviari. La valutazione della conformità con la direttiva europea e stata eseguita dalla casa svizzera SCONRAIL.

Tra il 25 e il 28 settembre 2017 e stata eseguita la valutazione certificata secondo ECM, la quale ha le sue radici nella direttiva europea (EU) 445/2011. In questa direttiva sono definiti le richieste e i parametri per la valutazione del soggetto che ha dato la richiesta per averlo. Parte delle richieste è definita nella direttiva (EU) 402/2013 (metodi e protocollo per la valutazione dei rischi) e nella direttiva (EU) 1078/2012 (efficacia dei processi di gestione). La sola valutazione sì e concentrata nella verifica delle richieste e dei parametri nella funzione dell’esecuzione della manutenzione secondo l’allegato III della direttiva (EU) 445/2011.

La prima valutazione secondo ECM nella SŽ-VIT e stata eseguita quattro anni fa, eravamo tra le prime officine in Europa ad aver acquisito il certificato, cosi ci siamo aperti la strada sugli esigenti mercati europei. Con l’acquisizione del certificato abbiamo conquistato la fiducia dei clienti i quali si possono rivolgere in ogni momento alla SŽ-VIT per avere un servizio di qualità.

Questa volta la valutazione sì e svolta nelle officine di Dobova, Divača, Ptuj e nella sede legale della ditta. La RI certificazione comprende la verifica di tutti i processi di controllo che svolge la SŽ-VIT, con accento sull’allegato III della direttiva 445/2011. Oltre alle richieste generali e criteri, al valutatore interessava la conformità dei processi nel campo della riammissione dei carri in servizio, della formazione degli addetti, ai processi di formazione e la sicurezza nella manutenzione.

Il valutatore SCONRAIL ha dichiarato soddisfazione alla fine col visto, con la conformità dei processi secondo la direttiva EU e con il progresso fatto dall’ultima valutazione. La valutazione sì e conclusa senza discordanze, cosi che abbiamo ricevuto immediatamente il nuovo certificato, come conferma che abbiamo nella SŽ-VIT introdotto il sistema e i processi in linea con la direttiva europea.

Alla fine del 2000 le ferrovie slovene hanno preso in consegna i primi elettrotreni dei 30 ordinati, per la divisione passeggeri. Nelle nostre officine ci siamo presi cura dei nuovi treni, facendo manutenzione ordinaria, come pure le revisioni. Dopo otto anni e venuto il tempo di fare la prima revisione media, con la quale abbiamo cominciato nel maggio del 2008 sull’elettrotreno 312-007/008.

 Questa era la prima revisione sui treni di questa serie, per questo i tecnici si sono trovati davanti a lavori specifici dei quali prendevano atto. Subito abbiamo visto che bisognava formare un gruppo portante per eseguire la revisione.  Prima di tutto abbiamo dovuto preparare il protocollo di manutenzione che abbiamo concordato con il proprietario, la divisione passeggeri.  Bisognava fare gli attrezzi speciali necessari, preparare l’officina dove svolgere i lavori con tutti gli attrezzi necessari. Tutto questo abbiamo fatto e concluso con le revisioni su tutti i 30 treni. Oltre alle revisioni abbiamo eseguito sui Desiro anche degli interventi straordinari e modifiche su richiesta del proprietario.  Abbiamo modificato l’impianto d’aria condizionata, il quale era troppo rumoroso, montato i contatori di energia, che i treni in origine non avevano. Abbiamo cambiato i giunti tra le casse, abbiamo anche riparato i finestrini che non tenevano l’acqua e cambiato le insegne che erano ancora in lingua tedesca con quelli in lingua slovena.

L’anno scorso sono passati otto anni dall’ultima revisione e venuto il tempo per la nuova revisione, questa volta quella grande. Nel settembre del 2016 abbiamo cominciato nelle officine di Lubiana, le quali sono specializzate per la manutenzione dei veicoli ferroviari elettrici, con la grande revisione del treno con il numero 312-007/008. Sulla grande revisione, a differenza di quella media, abbiamo eseguito alcuni lavori aggiuntivi. La maggior parte dei lavori e sui trasformatori di trazione e quelli dei mezzi ausiliari (sigillatura e rinnovo della coibentazione, per via dei quali bisogna demonetarli).  I lavori di grande entità sono stati eseguiti anche sottopassa sui freni e negli interni. La particolarità e novità della revisione grande e nel rivestimento della cassa con pellicola antigraffiti, la quale renderà più facile l’asportazione dei graffiti.

Quest’anno faremo 12 grandi revisioni sui Desiro, ne resteranno altri 16.

Quest’anno hanno partecipato 31 ditte dalla Slovenia e dal estero il che vuol dire che ha partecipato il 62% del gruppo. Tra i partecipanti sono compresi i clienti di tutti i nostri servizi, la maggior parte sono partner nell’ambito della manutenzione dei carri merci e delle sale montate. 

La collaborazione in affari con la SŽ-VIT e stata valutata un po’ più alta del ultima volta dai nostri partner, il punteggio medio e di 4,2. Tutti gli elementi con i quali abbiamo misurato la soddisfazione dei nostri partner sono stati valutati bene, qui il valore di tutti gli elementi e di 4,05 il che e meglio dell’anno scorso. Quasi tutti sono sicuri di voler continuare la collaborazione con la SŽ-VIT e ventinove partner hanno dichiarato che raccomanderebbe la SŽ-VIT ai suoi partner.

La soddisfazione nel 2016 ha superato le nostre attese il che non vuol dire che faremo di tutto per migliorare. Per il futuro abbiamo obiettivi ancora più alti che proveremo raggiungere con le prassi già avviate e con nuove attività.

La nuova acquisizione nelle officine di Dobova e il nuovo hangar con fossa illuminata la quale è usata per i protocolli di entrata e uscita dei mezzi ferroviari, come pure per riparazioni veloci per esempio il cambio dei ceppi freno o la prova freno e riparatura delle scritte sui carri. Con questo abbiamo semplificato di molto la complessa logistica nelle officine, la quale ogni giorno comprende un gran numero di spostamenti dei carri che sono in manutenzione nei vari posti di manutenzione, secondo le fasi di lavoro. In questo contesto bisogna prendere in considerazione i contratti, il bisogno di mezzi ferroviari, lo stato dei carri alla stazione di Dobova e i le riparazioni urgenti dei carri o dei carichi.

Quest’anno abbiamo cominciato con la sabbiatura nel nuovo hangar adibito a questo scopo, che ha la filtrazione del aria attraverso filtri ad acqua e due attacchi per la sabbiatura. Per la sabbiatura utilizziamo materiale reversibile, cioè particelle di metallo di varie granulazioni. Nell’hangar si può sabbiare tutti i carri di dimensioni standard fino a 17 metri tra gli assi esterni o massimi 24,5 metri tra i respingenti. Possiamo sabbiare anche tutti i tipi di parti per carri e anche tutto il resto che non comprende il programma dei carri come le derisine, carrozze passeggeri e costruzioni metalliche e altri prodotti metallurgici. Inoltre alla sabbiatura offriamo ai nostri clienti anche la possibilità di verniciatura di tutte le parti sabbiate.

Nella rinnovata officina per la manutenzione dei regolatori di freno ora in modo più efficiente e metodico eseguiamo la manutenzione e riparazione dei regolatori Knorr e Sab-Wabco tipo DRV 450-600. Per questi lavori abbiamo abilitato nuovi tecnici i quali hanno a disposizione il banco di prova per i regolatori e il banco di prova per le molle, come pure tutte le parti di ricambio e i protocolli per la manutenzione forniti dal produttore e in base ai quali eseguono i lavori.

La SŽ – VIT ha nuovamente superato con successo la valutazione ECM nel campo della manutenzione secondo il regolamento europeo 445/2011, nelle officine di Ptuj, con accento sulla manutenzione delle sale montate e nelle officine di Dobova, dove si svolge la manutenzione completa di carri merci. Anche l’anno scorso la valutazione e stata eseguita dalla casa certificatrice svizzera Sconrail.

La prima certificazione ECM e stata eseguita nella SŽ-VIT già cinque anni fa, come una tra le prime officine in Europa, in questo modo è riuscita a solcare la via sul complesso mercato EU. Con l’acquisizione del certificato abbiamo acquisito la fiducia dei clienti i quali possono rivolgersi a noi in qualsiasi momento per avere un servizio di qualità, che ha la sua base nella regolazione EU 445/2011. La prolunga del certificato ECM che abbiamo acquisito alla fine dell’anno scorso vuol dire un vantaggio in termini di concorrenza a livello europeo, perché dice al proprietario dei carri che le officine sono certificate conformemente al regolamento EU 445/2011, che vuol dire una manutenzione dei carri al più alto livello. Nel 2017 ci attende la valutazione secondo la direttiva europea VO445/2011 dove si dara l’accento sul sistema di manutenzione della qualità nell’azienda e l’adempimento dei criteri secondo, l’annesso III, che si riferisce alla manutenzione.

Nella fiera di logistica più grande d’ Europa, che si svolge ogni due anni al centro fieristico di Monaco di Baviera che attrae un numero di visitatori da record, si e presentata insieme alla divisione merci delle ferrovie slovene, tradizionalmente anche la SŽ – VIT. La fiera e per noi un’ottima occasione per incontrare i nostri clienti e partner e cosi curare i buoni rapporti che abbiamo costruito negli anni.

Lo stand attrattivo nel quale faceva bella mostra di se un divano creato da una sala montata di un carro merci, il quale ha attratto nuovi visitatori, al quale abbiamo presentato i nostri servizi e l’opportunità di collaborazione.

Le ferrovie slovene SŽ hanno trentadue locomotive della serie 541, il loro acquisto e stato il primo acquisto di locomotive elettriche dopo trent’anni e significa anche una nuova sfida per la loro manutenzione. La revisione delle locomotive 541 si effettua ogni otto anni, oppure quando hanno raggiunto il milione di chilometri. Sulle prime venti locomotive hanno eseguito la revisione delle casse nelle officine di Lubiana, mentre i carrelli sono stati revisionati dalla ӦBB – TS di Linz. Dopo la revisione delle venti casse e l’esperienza acquisita, la SŽ – VIT ha deciso di eseguire la revisione completa delle rimanenti dodici locomotive nelle officine di Lubiana. Per questo motivo abbiamo acquistato nel 2015 un elevatore e altri attrezzi per alzare e girare i carrelli. Nell’anno 2016 abbiamo eseguito con successo sei revisioni complete sulle locomotive serie 541, le rimanenti sei saranno revisionate quest’ anno.

La fiera internazionale della tecnologia dei trasporti Inno Trans attrae ogni due anni un grande numero di visitatori esperti del settore. La particolarità della fiera e l’esposizione all’aperto, dove si può vedere tutte le novità del settore ferroviario, dalle cisterne ai treni ad alta velocita. L’anno scorso si sono presentati 2873 espositori provenienti da sessantuno paesi, tra i quali per la prima volta c’eravamo anche noi. La Slovenia era rappresentata da otto compagnie, delle quali quattro del settore della tecnologia ferroviaria: SŽ – VIT, Anton Blaj, Kovis e Magneti Lubiana. La fiera e stata visitata in quattro giorni da più di 144.000 visitatori. La maggior parte era interessata a prodotti mirati che offriamo, altri invece cercavano informazioni generiche, altri invece sono venuti a presentare la propria compagnia e offrire i prodotti che offrono. La presenza alla fiera e stata positiva poiché ci siamo incontrati con i nostri clienti, con i quali abbiamo collaborato durante l’anno e continueremo a collaborare anche in futuro. I colloqui con i partner erano orientati su progetti concreti, abbiamo stabilito contatti anche con nuovi potenziali partner, con i quali abbiamo cercato possibilità di collaborazione. Abbiamo anche mantenuto buoni contatti con i clienti che in passato avevano già collaborato con noi e che cercano servizi singoli. Con loro abbiamo discusso della manutenzione in futuro, speriamo che con un lavoro di qualità, con versa lita e adeguabili verso i nostri clienti riusciremo a soddisfare le aspettative dei clienti attuali, come nuovi che per la prima volta hanno deciso di collaborare con noi.

Dopo l’incendio che ha colpito le officine di Ptuj all’ inizio dell’ anno scorso, e stato necessario prima di tutto pulire le macerie ed stabilire le condizioni per la produzione nei settori che sono stati colpiti dall’ incendio. Per primo abbiamo sistemato il reparto per la manutenzione delle carrozze passeggeri, poi abbiamo sistemato provvisoriamente il posto per la verniciatura delle sale. Abbiamo sostituito il tetto ed verniciato l’ interno dell’ officina, in questo modo siamo riusciti a fare si che il lavoro sulle carrozze passeggeri ed la verniciatura delle sale e proseguito normalmente.

Dopo aver constatato la situazione, ed aver stimato i danni sono cominciate le attivita per il rinnovo dei capannoni e la costruzione di una tettoia tra i capannoni B e C. La ricostruzione e il rinnovo dei capannoni e cominciata nell’ ottobre del 2014. I lavori sono proceduti in modo coordinato e secondo i termini che sono stati concordati, anche perche si stava avvicinando l’inverno.

Con il rinnovo del capannone e la costruzione della tettoia abbiamo acquisito un nuovo magazzino munito di gru a ponte da 5t, per la manipolazione e stoccaggio delle sale finite ed nuove aree per il stoccaggio delle parti nuove. L’ area della nuova tettoia e di 1200 m2, tutte le aree che sono state ricoperte a nuovo sono invece di 2800 m2. Del tutto e stato rinnovato il capannone per la lavorazione delle sale con gli anelli di sicurezza, per la verniciatura ed i controlli finali. Anche se i tempi erano corti siamo riusciti a finire con i lavori di costruzione fino al 31.12.2014, dopo di che abbiamo cominciato con il montaggio delle installazioni elettriche, il riscaldamento, le porte e tutto il resto secondo il progetto.

Tutte le macchine speciali per la lavorazione dei vari tipi di sale che sono stati distrutti nell’ incendio sono state rinnovate da ditte specializzate. Parzialmente abbiamo cominciato con la produzione nel nuovo capannone il 1.7.2015 (solo 17 mesi dopo i’ incendio), la produzione a pieno ritmo e prevista con  la primavera 2016.

Nel nuovo capannone cominceremo con la riparazione e rinnovo delle sale e dei riduttori assali per la serie 713/715, come pure con la pressatura a caldo dei assili, in questo modo le officine di Ptuj e la SŽ- VIT offriranno un servizio completo di manutenzione sul mercato nazionale ed internazionale.

Il giorno 31.7.2015 e uscita revisionata dalle officine l’ultima locomotiva della serie 541 (541-110). Come da protocollo anche questa locomotiva, come le precedenti 19 hanno eseguito le corse di prova, quella di rullaggio fino a Litija e quella di potenza come treno merci fino a Jesenice, e di ritorno come treno passeggeri fino a Lubiana. Dopo le corse prova e stata data in servizio.

All’inizio dell’anno prossimo cominceranno le revisioni sull’ultima serie di locomotive 541, dalla 541-011 alla 541-022.

Nel mese di Marzo di quest’ anno abbiamo ricevuto in riparazione per prova i carri serie Laes della francese STVA, i quali sono adibiti al trasporto di automobili. Su suddetti carri abbiamo eseguito i lavori di manutenzione secondo il protocollo STVA MANREV LEVEL4. Il primo carro e stato finito il 13 Maggio, durante i lavori ci ha fatto visita anche la rappresentante STVA, la sig. Valerie Nicase. Con la STVA collaboriamo gia dal Febbraio 2014, con le riparazioni correnti a Capodistria. La buona collaborazione ha portato alla decisione per l’effettuazione di revisioni a Dobova.

All’ inizio di Giugno ci hanno fatto nuovamente visita i rappresentanti della STVA, i quali hanno effettuato la valutazione ECM. I primi due carri sono stati restituiti al commitente,altri due sono ancora in lavorazione presso le nostre officine. Speriamo di aver soddisfatto il cliente e la collaborazione continui.

Anche quest´anno la fiera di trasporto e logistica a Monaco di Baviera ha superato ogni aspettativa. Parte di questo evento durato 4 giorni era anche la SŽ - VIT, la quale si e presentata assieme a SŽ - divisione merci nel padiglione B6.Durante la fiera ci siamo incontrati con la maggior parte dei nostri clienti abituali, ma abbiamo anche aperto nuovi rapporti di affari con nuove aziende.La quidicesima edizione della fiera ha presentato numeri da record. Si sono presentati 2050 espositori da 62 paesi,tra i quali anche sette dalla Slovenia (SŽ - divisione merci, SŽ - VIT, Adria Transport, il porto di Capodistria, Actual I.T., Boxline Ucl ed LX track).
La fiera e stata visitata in 4 giorni da piu di 55.000 visitatori di 124 paesi.

La società SZ – VIT ha nuovamente superato la valutazione ECM (soggetto addetto alla manutenzione), nel segmento manutenzione conforme al regolamento 445/2011, nelle officine di Dobova e posto di manutenzione a Capodistria. Anche quest’ anno la certificazione e stata eseguita dalla casa Svizzera Sconrail.

Nei primi giorni di dicembre abbiamo ricevuto la prolunga del certificato ECM, il quale e valido fino all’ anno prossimo, quando sarà effettuata una nuova certificazione in due officine della SZ – VIT, dove tale certificazione non e stata ancora eseguita.

Il regolamento europeo 445/2011, dalla sua attivazione ha rappresentato un notevole passo verso la sicurezza nel trasporto europeo, in quanto tutti i proprietari di carri, i quali vogliono far circolare i propri carri in Europa, deve prendersi la responsabilità ECM, oppure cederla ad un altro nel proprio nome, per una manutenzione di qualità dei carri. Il che vuol dire mandare i carri in revisione e riparazione nelle officine che sono capaci di eseguire la manutenzione ai più alti livelli. La prolunga del certificato ECM per la SZ – VIT vuol dire un vantaggio in termini di concorrenza a livello europeo, in quanto il certificato dice al proprietario dei carri che le officine sono certificate conformemente al regolamento EU 445/2011, che vuol dire una manutenzione dei carri al più alto livello.

Le officine di Dobova hanno acquisito quest’ anno un nuovo cliente, la Monfer Italia, la quale distribuisce cereali. La Monfer e proprietaria di carri per il trasporto di cereali, i quali circolano anche sulla rete ferroviaria Slovena.

Nelle officine di Dobova abbiamo eseguito la grande revisione su sei carri tipo Uagps, secondo le istruzioni del proprietario. Nell’ anno prossimo ci attendiamo una ulteriore collaborazione con la Monfer, in quanto e rimasta molto soddisfatta del nostro lavoro eseguito sui carri.

Nel centro di Divača abbiamo iniziato la manutenzione ciclica dei veicoli rotabili che nella grotta di Postumia si utilizzano per trasportare i visitatori. Il parco veicoli delle grotte di Postumia comprende 8 locomotive e 99 vagoni.

Le locomotive elettriche sono prodotte in Italia a Monza presso il produttore E. M. A. M. I vagoni sono semplici costruzioni, nella manutenzione c’è una forte enfasi su accoppiatori, bulloni, coppie di ruote, cuscinetti e sedili.

Sulle locomotive e i vagoni effettueremo ispezioni regolari annuali e riparazioni. Si tratta di un lavoro specifico che dobbiamo svolgere al di fuori delle nostre officine. I lavori, come rimozione degli accumulatori, sostituzione delle pastiglie dei freni, controllo dei dischi e delle pinze dei freni, lubrificazione degli alberi cardanici, controllo dei freni e simili, saranno eseguiti dalla squadra mobile nella grotta di Postumia sulle automotrici locali.

Recentemente è stato costruito un nuovo cantiere presso lo scalo merci di Capodistria. Le nuove conquiste hanno accontentato sia i lavoratori, che ora svolgono il loro lavoro in condizioni decisamente migliori, sia i nostri clienti, dal momento che il cantiere si trova in prossimità del porto di Capodistria e ha il potenziale per diventare un centro di assistenza reale in uno dei punti più trafficati della rete di trasporto slovena che fornirà servizi di riparazione completi e adattamento di vagoni al trasporto. Il nuovo cantiere si trova sul lato ovest della stazione in prossimità del porto di Capodistria, che ci permette di ridurre i tempi di consegna e di rimozione dei vagoni e, di conseguenza, una maggiore produttività del lavoro.

Il nuovo cantiere è dotato di due rotaie per la riparazione con una lunghezza utile di 136 m con canale di ispezione e con aree di lavoro e abitative. Le rotaie per la riparazione sono illuminate e accanto ad esse si trovano impianti elettrici e ad aria e, in un determinato sito di erogazione, anche l'acqua. Le nuove rotaie hanno l’accesso dal porto di Capodistria e un terminale.

Oltre ai servizi finora offerti alla clientela nella nostra officina di Capodistria, presso il nuovo cantiere sarà anche possibile riadattare i vagoni con il pavimento danneggiato, che finora abbiamo riparato nell’officina di Divača.

Nel prossimo futuro abbiamo intenzione di collocare anche un tetto sulle rotaie per la riparazione, in modo da migliorare le condizioni di lavoro. Costruiremo anche una sala operativa, adatteremo entrambe le rotaie al trasporto (rotaie di trasporto) e aumenteremo la capacità dell'impianto di stoccaggio di componenti e materiali di ricambio.

Una speciale menzione la merita l’eccellente collaborazione con i rappresentanti di Tovorni promet nello scalo merci di Capodistria, dove il loro staff svolge servizi di consegna e rimozione di vagoni da e nell'officina. Grazie alla posizione del cantiere, in accordo con essi, possiamo sostituire i vagoni più volte al giorno, aumentando notevolmente la nostra produttività.

Una volta completati tutti gli interventi previsti ed entrambe le rotaie per la riparazione verranno collegate con il resto delle rotaie su entrambi i lati (attualmente sono rotaie cieche), il nuovo cantiere SŽ - VIT sarà ancora più produttivo e fornirà ai nostri clienti un servizio efficiente e di qualità.

Per ulteriori informazioni sulla riparazione dei vagoni nel cantiere di Capodistria, contattare il Centror Divača al numero telefonico: 05 29 63 433 ali 05 29 63 639.

Una squadra di colleghi della SŽ-VIT ha presentato la settimana scorsa i servizi di manutenzione dei mezzi ferroviari, e dell’assistenza tecnica sui vagoni alla fiera internazionale transport logistic. la presentazione ha avuto successo, abbiamo incontrato la gran parte dei nostri partner e aperto nuovi contatti di collaborazione.

La fiera ha nuovamente battuto i numeri da record. Su un’area da esposizione di 110.000 m2 si sono presentati 2013 espositori provenienti da sessantatré paesi, tra i quali anche quattro dalla Slovenia (SŽ- Cargo, SŽ-VIT, Adria Transport e il porto di Capodistria). La fiera e stata visitata in quattro giorni da più di 53.000 visitatori provenienti da 110 paesi. Il 45% degli espositori non erano tedeschi, come pure il 40% dei visitatori.

La SŽ- Vleka in tehnika ha ricevuto tra i primi manutentori di veicoli ferroviari in Europa il certificato ECM per la manutenzione dei carri ferroviari secondo la direttiva europea EU 445/2011.

Sulla base Del controllo fatta dalla casa svizzera SCONRAIL AG e della revisione tecnica da parte dei revisori VPI (Vereinungung der Privatgüterwagen-Interessenten), la nostra ditta ha ricevuto il certificato ECM (Entity in Charge of Maintenance), come portatore della funzione di manutentore, il quale esegue tutte le operazioni tecniche di manutenzione necessarie sui carri merci e sulle loro parti inclusa la documentazione per riammettere il carro in servizio.

Allo stesso tempo abbiamo prolungato la validità del certificato per la manutenzione delle sale montate e dei carri merci da parte della DB Schenker Rail e del consorzio VPI, fino al 31 luglio 2015. L’acquisizione del certificato ECM e la riconferma della collaborazione da parte della VPI e un’importante conferma del lavoro che la nostra ditta svolge in ambito della manutenzione dei carri ferroviari e delle sale montate sui mercati esteri. e ci da incentivo per una buona collaborazione con i nostri partner esteri anche in futuro.

In questi giorni si sta svolgendo nell’area della SŽ-VIT (officine di Lubiana) la formazione con partecipazione internazionale, dal titolo ₺Eventi straordinari su ferrovia; sollevamento e trazione di grandi pesi„ sotto forma di campo, il quale e organizzato dall’associazione Vizija varnosti e dalle ferrovie Slovene.

Durante i tre giorni di formazione teorica e pratica con l’effettuazione di un’esercitazione, nella quale partecipano anche i nostri tecnici, i quali si trovano difronte a eventi straordinari sul campo. In questo modo hanno la possibilità di approfondire il proprio sapere e di dividerlo con gli altri partecipanti nei vari casi di disastri su ferrovia. Ai partecipanti verranno anche presentati i vari tipi di veicoli ferroviari che si usano durante le operazioni di salvataggio, e le loro particolarità per un impiego sicuro sui binari.

L’organizzatore attende più di 200 partecipanti tra vigili del fuoco, soldati, personale medico, poliziotti e protezione civile.

La SŽ-Centralne delavnice Lubiana d.o.o., ditta controllata delle ferrovie Slovene, avvisa il pubblico e i clienti, che con il giorno 5.7.2012 ha cambiato il nome in SŽ-Vleka in tehnika d.o.o.

Con l’atto di fondazione della compagnia SŽ-Vleka in tehnika d.o.o. che e stato approvato dal consiglio di amministrazione delle ferrovie slovene con l’approvazione del governo sloveno, sono cambiati il nome della compagnia, il capitale sociale, la gestione e ambito di attività della compagnia.

La compagnia SŽ-VIT nell’ambito delle sue attivita riunisce la manutenzione dei veicoli ferroviari, la trazione dei treni e l’assistenza tecnica dei carri. Le attività di trazione e dell’assistenza tecnica erano eseguite prima dell’unione con la manutenzione dei veicoli ferroviari, dall’unita Vleka-Trazione e TVD- assistenza tecnica dei carri, le quali erano parti delle ferrovie slovene. Con la ristrutturazione delle ferrovie in holding, le due parti assieme alle officine compongono la ditta controllata SŽ-Vleka in tehnika d.o.o.

La SŽ-VIT continuerà la tradizione di partner affidabile e di qualità per la manutenzione dei veicoli ferroviari sul mercato interno e sui mercati dell’Europa centrale e sud est, che ha creato la compagnia SŽ-Centralne delavnice Ljubljana d.o.o. con, l’allargamento delle attività di trazione dei treni e l’assistenza tecnica dei carri allargheremo il campo delle attività e cosi potremo offrire un servizio completo, che consentira ai proprietari dei carri un trasporto delle merci e dei passeggeri più competitivi.

Con un approccio individuale per ogni cliente troveremo le soluzioni migliori, che sono frutto di anni di esperienza. La completezza dei servizi ci permette di offrire il più possibile in un solo posto, le nostre competenze sono aggiornate in continuazione con l’aiuto dei nostri partner. La nostra posizione strategica tra le Alpi e l’Adriatico ci permette di collaborare con compagnie dell’Europa centrale e dei Balcani. La qualità e l’affidabilità del nostro lavoro sono confermate dalla fiducia che ci esprimono molte compagnie ferroviarie.

L’amministrazione SŽ-Vleka in tehnika, d.o.o.

Le SŽ-Centralne delavnice Ljubljana hanno firmato il contratto annuale per il rinnovo delle sale montate, con uno dei nostri partner più grandi – la VTG. Nel 2012 rinnoveremo le sale montate IS3 e IS2 secondo VPI. La firma rappresenta un dei più grandi contratti stipulati al di fuori del mercato interno.

Il contratto prevede un gran numero di sale montate IS3 da rinnovare, con il montaggio di nuove ruote monoblocco e un numero continuo settimanale di sale montate IS2 secondo la procedura VPI. Il contratto include anche la possibilità per il rinnovo di un ulteriore numero di sale montate IS3.

Oltre alle sale montate, per la VTG eseguiamo anche revisioni complete di carri cisterna, secondo VPI, nelle officine di Dobova. Le Centralne delavnice si sono dimostrate come partner affidabile, per questo la VTG ci ha affidato la revisione di più centinaia carri cisterna per quest’ anno, con la possibilità di aumentare il numero nel 2013.

Il contratto di questa portata vuol dire la conferma per la nostra ditta che eseguiamo un lavoro di qualità e abbiamo un buon rapporto di fiducia con i nostri partner.

Il progetto delle revisioni dei carri Sggmrss 90’, che abbiamo realizzato la prima volta per il nostro nuovo cliente francese Touax, sta volgendo alla fine. Touax e molto soddisfatto del nostro lavoro, per questo abbiamo già firmato un nuovo contratto per l’anno prossimo, per la manutenzione di carri pianali di varie grandezze.

Tra il 5 e 8 ottobre sì e svolta a Skopje la prima fiera Trasporto e logistica. La nostra ditta ha partecipato assieme alle ferrovie slovene, che sono rappresentate dalla filiale Alpe Balkan Cargo di Skopje. Ai visitatori abbiamo presentato i nostri servizi, soprattutto nel campo della manutenzione dei treni diesel e delle locomotive diesel. Abbiamo incontrato alcuni partner e anche potenziali nuovi clienti del mercato sudest europeo.

Il nostro spazio espositivo hanno visitato i rappresentanti delle ferrovie del Kosovo, con i quali abbiamo nuovamente parlato dell’ammodernamento dei treni Fiat. Ci hanno visitato anche i rappresentanti delle ferrovie Macedoni, con i quali abbiamo eseguito insieme il progetto di ammodernamento di quattro locomotive diesel elettriche serie 642. Durante il colloquio hanno espresso la loro soddisfazione su come funzionano le locomotive e sulla collaborazione anche nel periodo di garanzia. Abbiamo anche espresso la volontà di ulteriore collaborazione. Tra i visitatori del nostro spazio espositivo c’erano anche i rappresentanti dell’infrastruttura delle ferrovie macedoni, con i quali abbiamo parlato della possibilità per la manutenzione delle draisine serie 911.

L’organizzatore era molto soddisfatto con l’afflusso dei visitatori, cosi che organizzerà la fiera anche l’anno prossimo, dopo di che ogni due anni a intermittenza con la fiera di Monaco di baviera.

Le ditte ferroviarie europee hanno l’abitudine di preservare qualche mezzo ferroviario nei colori originali, per questo motivo anche le ferrovie slovene hanno deciso di conservare la locomotiva elettrica 363-005 nei colori originali. La locomotiva e stata verniciata nei ₺vecchi„ colori nelle officine SŽ-centralne delavnice Lubiana. Nel reparto laccatura delle officine di Dobova e stata riverniciata a nuovo nei ₺vecchi„ colori giallo – verde - marrone.

Le locomotive serie 363, che noi chiamiamo Brižita, il nome deriva dall’attrice francese Brigitte Bardot, sono state costruite nella fabbrica Alstom in Francia tra gli anni 1975-1977. Al loro arrivo hanno cominciato il servizio nei colori giallo – verde – marrone, dopo l’anno 2004 abbiamo cominciato a verniciarle nei colori rossi bianchi, secondo il desiderio del proprietario. La prima locomotiva nella nuova livrea e stata la 363-019.

Tutte le altre locomotive della serie 363 sulle quali quest’ anno la SŽ-CD esegue la revisione restano nei colori rossi bianchi.

Per il nostro nuovo cliente svizzero Wascosa, stiamo eseguendo le revisioni sui carri cisterna nelle officine di Dobova. Del numero previsto, due carri cisterna hanno già lasciato l’officina.

All’inizio di agosto sono venuti a vedere i due carri cisterna già terminati e gli altri che sono ancora in lavorazione, i rappresentanti della Wascosa e del proprietario F. Leitner. Con il visto erano soddisfatti, cosi che hanno preso in consegna le due cisterne finite, nelle officine nel frattempo stiamo finendo con i lavori sulle altre cisterne.

Tutti i lavori sui suddetti carri sono eseguiti secondo le norme VPI e le istruzioni della Wascosa. Abbiamo anche risolto il problema delle parti di ricambio per le valvole (guarnizioni, danneggiate le sfere delle valvole laterali), con l’acquisto di nuove guarnizioni.

Per la sfera danneggiata si sta ora pensando di lavorarla col cromo duro, il che accelererebbe e abbasserebbe i costi di riparazione delle valvole laterali.

La revisione dei carri cisterna secondo la procedura VPI per il nuovo cliente e importante per le officine di Dobova , perché possono sperare in nuovi ordini per le revisioni.

A causa dell’aumento di ordini da parte dei nostri clienti nel segmento delle sale montate, abbiamo dovuto aumentare le nostre capacita produttive nelle officine di Ptuj. Per questo motivo abbiamo cominciato nel 2010 con i lavori di costruzione i quali sono ancora in corso. Le nuove capacita produttive sono già piene, cosi che i lavori di ampiamento a fatica seguono alle esigenze produttive.

Nell’ambito dei lavori di ampiamento abbiamo costruito l’impianto per il tornio di riprofila tura, l’officina per il controllo dei cuscinetti, il nuovo lavaggio per lavare le sale montate e l’officina per saldarle. La nuova officina e collegata con quella vecchia tramite una nuova tettoia, cosi che hanno ottenuto spazio aggiuntivo per il magazzino manipolativo e per immagazzinare le parti di ricambio.

Oltre ai nuovi fabbricati abbiamo anche rinnovato e costruito sul vecchio binario per la verniciatura delle sale montate, la cabina per la verniciatura e montato la gira assi su tutta la catena della lavorazione delle sale montate, messo a nuovo i binari per il carico degli assi e montato le tavole per il rialzo degli assi nelle fasi del montaggio dei cerchi dei cuscinetti, dei labirinti anti polvere e sulla pressa.

Abbiamo comprato anche nuovi macchinari, (CNC tornio per tornire tutto l’asse, CNC tornio per tornire le ruote monoblocco, macchinario per la smerigliare e pulire gli assi, macchinario per la misurazione dell’asse accoppiato dopo la lavorazione, impianto d aria in tutto il capannone C con aspirazione su tutte le macchine per la lavorazione), la quale ci permette di eseguire la lavorazione degli assi più velocemente.

La lavorazione degli assi montati per i clienti esteri secondo il protocollo VPI, richiede un lavoro secondo richieste e criteri speciali, per questo abbiamo bisogno di attrezzi e mezzi particolari. Abbiamo comprato strumenti di misura e attrezzi per il controllo finale e montaggio degli assi inoltre ad altri macchinari i quali ci permettono una lavorazione degli assi montati secondo standard richiesto.

Il nuovo capannone insieme con i nuovi macchinari ci permette di avere una produzione di ciclo. Abbiamo due cicli di produzione uno per gli assi IS2 e l’altro per gli assi IS3, il che accorcia di molto il tempo di lavorazione degli assi e di conseguenza alza la produttività.

Entro l’autunno pensiamo di terminare con i lavori e il montaggio di tutti i macchinari, entro questo termine pensiamo di ammodernare anche il magazzino di entrata con il depo e il nuovo laboratorio per gli esami non distruttivi con la nuova macchina MT (controllo magnetico) che e frutto dei nostri tecnici. Inoltre pensiamo anche di introdurre il sistema a barre, con il quale sostituiremo il complimento a mano di tutti i fogli tecnici e altra documentazione necessaria per la lavorazione degli assi.

Nelle officine di Ptuj abbiamo anche curato oltre alle capacita produttive, l’aspetto della formazione dei nostri tecnici. Abbiamo anche superato con successo tutti i controlli da parte dei nostri clienti. Le sale montate sono lavorate secondo lo standard VPI e in conformità con i protocolli dei vari clienti, che pero si aggiornano in continuazione, per questo bisogna formare i tecnici in continuazione. La manutenzione delle sale avviene anche secondo i certificati che abbiamo ricevuto (NDT, per la saldatura e ISO), i quali dettano alti standard.

Il raggiungimento di questi è provato a ogni revisione di qualità.

Nel nostro piano ce il desiderio di revisionare ogni mese 1000 sale montate, il che vorrebbe dire il 100% delle capacità produttive. Con i nuovi investimenti sarà possibile raggiungere tale numero lavorando in due turni. Speriamo che le nostre buone referenze all’ estero ci aiutino in una buona risposta da parte dei clienti e che questi restino a lungo nostri clienti. Senza di altro siamo anche preparati a riceverne di nuovi.

Con la corsa di presentazione tra la stazione di Lubiana e le officine di Lubiana il giorno 6 giugno, comincia la sua corsa sui binari delle ferrovie slovene l’automotrice 813/814-103.

Ai passeggeri offre un nuovo confort e qualità di viaggio, e vuol dire l’inizio dell’ ammodernamento graduato del parco mezzi del nostro più grande partner le ferrovie slovene.

L’ammodernamento dell’automotrice c’è stato affidato dalle ferrovie slovene, per le quali eseguiamo anche la manutenzione e riparazione di tutti i mezzi ferroviari incluse le locomotive di ultima generazione e i treni elettrici. L’ammodernamento dell’automotrice 813/814-103 e per la SŽ-centralne delavnice il piu grande mai eseguito e la prova delle nostre competenze.

L’ammodernamento dell’atomotrice ha compreso:
- il montaggio di un nuovo motore più ecologico con il turbo compressore,
- l’installazione del sistema di aria condizionata sia nei reparti passeggeri sia in cabina di guida,
- l’installazione di wc a sistema chiuso,
- nuovi interni dal design moderno,
- nuovi sedili moderni più confortevoli,
- l’installazione di luci a led negli scompartimenti passeggeri,
- l’installazione per il monitoraggio video dei compartimenti passeggeri,
- l’installazione dell’essiccatore d’aria per l’aria compressa.

Il direttore generale delle ferrovie slovene Goran Brankovič ha salutato i partecipanti alla corsa di presentazione. Ha espresso soddisfazione per il lavoro svolto con le proprie competenze dalle ferrovie e costi bassi e in questo modo rende migliore l’offerta ai passeggeri. Alla nuova automotrice ha augurato un buon viaggio, ai suoi passeggeri invece tanti bei momenti durante i viaggi.

Il direttore Delle SŽ-Centralne delavnice (officine di Lubiana) Dušan Žičkar ha ribadito, che l’ammodernamento completo dell’automotrice che conta già quarant’anni vuol dire un prodotto del tutto nuovo, che e frutto delle proprie competenze e del lavoro dei nostri tecnici, e anche frutto di una buona collaborazione con la divisione passeggeri delle ferrovie slovene. E sicuro che il treno offre le soluzioni più moderne, cosi nel campo della sicurezza che nel campo del confort.

Tutto il progetto vuol anche dire per le officine CD una grande opportunità di mercato anche al di furi della Slovenia. Treni simili ma non ammodernati della stessa serie sono ancora in utilizzo in molti paesi EU e dei Balcani.

Il direttore della divisione passeggeri dot. Boštjan Koren ha ripetuto che il piano delle ferrovie slovene e diventare portatore del trasporto pubblico integrato, ha detto di essere molto contento di poter offrire ai passeggeri di poter viaggiare a un livello superiore co un treno in sostanza »nuovo« con un investimento dell’80% inferiore a quello dell’acquisto di un treno nuovo. Questo e l’inizio dell’ammodernamento di gran parte delle automotrici più anziane, per questo anno abbiamo in progetto di ammodernare altre tre automotrici, ha detto inoltre detto il dot. Boštjan Koren.

Le SŽ – CD Ljubljana d.o.o. si sono presentate la settimana scorsa alla fiera internazionale di logistica, mobilita, tecnologia informatica e gestione dei traffici merce –Transport & Logistic. La fiera è organizzata ogni due anni a Monaco di baviera, quest’ anno era già la tredicesima edizione ed ha fatto registrare soli record.

Su una superficie di più di 100.000 metri quadri di spazzi espositivi, si sono presentati 1893 espositori da 59 paesi, tra i quali anche cinque dalla Slovenia. La SŽ-CD si e presentata assieme alle ferrovie slovene SŽ, divisione Cargo, nello stesso spazio espositivo. Nei quattro giorni di fiera l’afflusso e stato di 51.000 visitatori provenienti da 134 paesi.

Gli espositori hanno valutato che l’atmosfera nella fiera era molto positiva, piena di ottimismo, il numero degli espositori e cresciuto, come pure il numero dei visitatori, il che vuol dire che il settore della logistica e del trasporto si sta riprendendo dopo la crisi economica mondiale. Alla fiera abbiamo incontrato gran parte dei nostri partner con i quali collaboriamo, abbiamo anche istituito nuovi contatti di collaborazione.

La presenza alla fiera e stata un successo, poiché dai colloqui con i nostri partner ci aspettiamo nuovi ordini, soprattutto nel segmento delle sale montate e dei carri merce. Inoltre e stato espresso interesse per i nostri servizi in altri segmenti da parte di nuovi potenziali partner, i quali sono stati convinti dalle buone referenze e la qualità dei nostri servizi. Nella CD ci adopereremo per accontentare ad ogni passo i desideri e le attese dei nostri partner abituali e quelli nuovi.

Il ministro per il trasporto dot. Patrick Vlačič ha oggi visitato le officine di Lubiana SŽ – CD.
Il motivo della visita era la presentazione dettagliata delle officine, la presentazione delle strategie e visioni dell’azienda e gli effetti sinergici della nuova organizzazione aziendale. Alla fine della visita il ministro ha visto l’automotrice ammodernata della serie 813 nelle nuove officine in vicinanza.

Nella sede dell’azienda a Lubiana ha ricevuto il ministro, il direttore Dušan Žičkar con i suoi collaboratori e il consiglio d’amministrazione della CD e il direttore generale delle ferrovie slovene SŽ Goran Brankovič. Il direttore della SŽ-CD Dušan Žičkar ha presentato ai presenti le attività svolte dall’azienda, gli affari, i piani, la visione per il futuro e gli effetti sinergici della nuova organizzazione.

Dopo la presentazione e seguita la visita guidata alle officine di Lubiana, dove eseguiamo la gran parte della manutenzione sul parco rotabile delle ferrovie slovene SŽ, in particolare delle locomotive elettriche e degli elettrotreni. Abbiamo accompagnato il ministro, assieme agli altri ospiti attraverso tutta l’officina, la visita sì e conclusa nella nuova officina che si trova nelle vicinanze e adibita alla prova delle carrozze passeggeri e alla manutenzione dei mezzi di trazione. Al ministro abbiamo anche presentato l’automotrice della serie 813, che e stata ammodernata completamente dentro e fuori. L’ammodernamento di questa motrice rappresenta il più grande progetto realizzato dalle nostre officine nel campo dell’ammodernamento di treni passeggeri.

Il ministro era molto soddisfatto dal visto e ha dato pieno sostegno ai piani di sviluppo delle officine.

Il 28 marzo abbiamo cominciato nelle SŽ-CD con la sostituzione delle ruote monoblocco sulle locomotive serie 541 (Siemens Taurus). Quest’operazione sarà eseguita per la prima volta da quando le ferrovie slovene SŽ hanno comprato e cominciato a usarle.

Le locomotive della serie 541 hanno percorso più di 600.000 kilometri per questo le ruote sono usurate. Poiché la tornitura non e più possibile bisogna sostituire le ruote monoblocco con nuove. Per la prima locomotiva i primi 4 gruppi di trazione saranno forniti dal nostro partner contrattuale ӦBB Technische Services. Per tutte le altre locomotive, i gruppi di trazione saranno revisionati di continuo , cosi che la sostituzione avverrà in modo continuo e le locomotive potranno essere immesse in circolazione. Tutte le operazioni di de montaggio e montaggio dei gruppi di trazione avvengono nelle officine di Lubiana.

Quest’ anno e l’anno prossimo cambieremo le ruote sulle prime 20 locomotive che sono state acquistate dalle ferrovie slovene SŽ, nel tutto cambieremo le ruote su tutte le 32 locomotive che sono nel parco rotabili SŽ.

Venerdì 4 febbraio 2011, per le officine di Lubiana SŽ-CD non e stato proprio un normale giorno lavorativo, perché questo giorno abbiamo cominciato la manutenzione nella nuova officina che e stata costruita nell’ambito dei nuovi locali amministrativi nella parte nord del capannone con il tornio in fossa, nell’ambito delle officine di Lubiana (Zaloška 219).

Le due nuove officine, la prima adibita per le prove sulle carrozze passeggeri e l’Altra per l’assistenza sui mezzi di trazione sono state costruite al posto delle vecchie officine che si trovavano alla stazione ferroviaria di Lubiana e sono state demolite nel 2008 per far posto alla nuova stazione Emonika. I nostri tecnici hanno svolto il loro lavoro provvisoriamente fino al 4 febbraio in un capannone nelle officine di Lubiana. I tecnici addetti alla manutenzione delle carrozze passeggeri e i loro colleghi addetti all’assistenza continueranno a prestare un servizio di qualità, pero in condizioni migliori.

L’officina per le prove delle carrozze passeggeri ha due binari di 72 metri di lunghezza con quattro linee per le prove gli attacchi per caricare le batterie. Qui si eseguono le prove di alta tensione secondo gli standard UIC. Nell’officina per l’assistenza e questa garantita 24 ore al giorno per i mezzi di trazione, qui si faranno anche piccole riparazioni, controlli e riparazioni di componenti.

Le CD – Centralne delavnice d.o.o. officine di Lubiana ha stipulato alla fine del 2010 un nuovo contratto per la manutenzione delle sale montate col nostro partner tedesco VTG.

Per la VTG stiamo già eseguendo la revisione delle sale montate secondo IS2, il nuovo contratto prevede almeno 500 sale montate da revisionare secondo IS3 in quest’anno.

Volete informazioni sulla nostra offerta? Contattateci.

  Concordo, che la SŽ-VIT, d.o.o., come gestore delle pagine web, utilizzi i sopra inseriti dati per gli scopi che ho citato nel formulare e che mi contatti attraverso e-mail o telefonicamente. Confermo di essere a conoscenza della tutela della privacy.
Na tej spletni strani uporabljamo piškotke izključno za pravilno delovanje spletne strani ter za analizo obiska. Preberi več V redu